Riposa ed attendi

Dormi bene
e per tanto tempo,
finché il caldo sole non ti risvegli
e tu non possa assistere
all’orrore che potrebbe accadere
a noi tutti.
Dormi tranquilla,
cosicché i venti di passate memorie ultrasettantenni
si plachino in timide brezze.
Dormi serena,
fino a che i rombi ferali tacciano:
io lo auguro a tutta la terra e per sempre.
Dormi ora,
perchè tu possa sentirmi a te vicino ancora ed ancora,
fino alla fine dei nostri giorni,
anche se io non sarò lì con te, fisicamente.
Dormi adesso,
aspettando il giorno del mio ritorno,
quando mi vedrai tornare
nel crepuscolo diurno,
in un alone di luce soffusa.
Dormi ancora,
e continua a dormire fino a settembre:
solo allora ti potrai risvegliare
e lì, mi troverai,
accanto a te.
Ed io ti stringerò
forte,
a me:
e così ti terrò fino a dicembre,
quando saremo,
finalmente,
un unico essere.

Autore: Bobo

Scrivi un commento

15 − 9 =